HomeBlog

Diversimodi in cui uninsegnante

Like Tweet Pin it Share Share Email

Il D.G. RV. N. 2416/08 e ilseguente Memorandum d’intesa (all. Al DGRV 3898/08) tral’ufficiominorile di protezionedel Veneto, l’ufficioscolasticoregionale, la regione Veneto e ilcentro di ricerca e servizidell’Università di Padovainvitanogliistitutiscolastici e i ULSS a concordare le modalità di la segnalazione e la presa in consegnadeglialunnichemostranosituazioni di disagioscolastico.

Diversimodi in cui uninsegnantepuògestireglistudenticheaffrontanosituazionidifficili

Uninsegnante ha davverobisogno di moltapazienza per gestire le situazionidifficili e in grado di rimanerecalmo e silenziosonellasituazionepiùdelicatacheaccadedentro e intornoallascuola.  Uninsegnante è un modello per ognisingolostudenteed è compitodell’insegnantecapiremeglioognistudente in modochelui o lei possaprovare a portareilmegliodalla parte deglistudentistessi.

Oltreallelezioni di insegnamento e aivariargomentideisoggetti, dovrebberoinsegnare i valori di base e i valorimoralinellapropria vita.  A menoche e fino a quandoglistudentihannol’educazione morale insiemeadaltrisoggetti, non hanno la possibilità di coltivare le buoneabitudini al lorointerno.  Quindi è il primo dovere di un insegnante di coltivarebuoneabitudini e buonemanieretra i bambini.

Una scuola con una serie di regole e regolamentisonoquindiincorniciati al fine di coltivarebuoneabitudini, disciplina, eccall’interno di ogni bambino.  Ogniscuola ha regole e regolamentiprecisi e puòvariare da una scuolaall’altra.  I libririportatinellascuola è sufficiente per ilgradoparticolare e checopre quasi tutti i temi da insegnare e per ottenereulteriori informazioni Visual izzasito editore per ulterior chiarimenti.

I seguentisono i sensimaneggiare le situazionidifficiliaffrontatedagliallievi;

  • Quandounoqualsiasideivostristudenti ha qualchedifficoltà, è necessariocontattare i genitori e cercare di spiegarli. È doveredel Maestro per farlicapire e con unosforzoUnitosial’insegnanteeigenitoridovrebberocercare di rendere lo studente per otteneresollevatodalledifficoltà.
  • Rendere lo studente al piùvicino a voi in tutti i mezzipossibili in modo da poterosservare le sue azioniall’internodellaclasse.
  • Insistasempresuchecosa è previstodallostudente in cui lui o lei capirà per fornireilmigliorecomportamentonellaclasse.
  • Cercare di insegnareadognistudente di mostrareempatia e anchecapire circa la difficoltàstudente e ilsuoproblemanelcomportarsi in modosbagliato e scoprire le ragioni del suocomportamento.
  • Prenderel’aiutodeivostricolleghitroppo in modocheancheaiutare in unmodomigliore per trattare lo studentedifficoltà.
  • Cercare di costruireunbuonrapporto con ognistudente per capirlimeglio. Questopuòaiutare a volte a giudicarecertesituazionianche.
  • Se possibile, cercare di dargliunruolo peer di guidare la classe e osservarlofino a chepuntosipuòeseguire.

I tipi di disagioidentificatinelle “lineeguida per la comunicazionetrascuola e servizisociali e sanitari per la protezione e la protezionedeidirittideibambini e giovaninelcontestoscolastico” sono: