HomeBlog

Formazione sui temi della disabilità

Like Tweet Pin it Share Share Email

Moltepersonevoglionomostrarepreoccupazione per le personedisabili e trattarliugualmentebeneinsiemeadaltri.Ma ancora, ci sonopersonechemancano di conoscenza di trattare la disabilità o personespecialibene.  È sempreimportante per trattarlinelmodo giusto, poichéanchelorohannoparidiritti come glialtri.

Disabilitàdovrebbeesseretrattatonelmodo giusto in modoche le persone con disabilità non dovrebbesentirsi e depresso.  Alcunepersonepossono avere in mente circa la lorodisabilità e spessovengonostressati e depressi.  Ma devonoesseretrattatinellostessomodo come glialtri, se possibile con cura e attenzione extra.

Quandovoicosì come altriimparanoilsenso di trattare la gente di disabilità, quindiportal’armonianella vita dellagente con le inabilità.  Si potrebbepensareche è importante avere una sessione di allenamentoseparato per le persone a gestire le personedisabili.  Ma è letteralmenteimportantesapereche ci sonomoltimilioni di personesono state subite da molti tipi di problemi di disabilitàsiafisicamentechementalmente.  Si trovanoadaffrontarenumerosesfide in una vita quotidiana e come persona responsabile; è nostro primo dovere di imparareilmodomigliore di trattarli.

Come parte dellasocietà, dovremmoaccettare le differenzetranoi e cercare di imparareilmodo di trattarli.  Al fine di eliminare le differenze e le conclusionistereotipate, è necessario avere una formazioneinvalidità e la consapevolezzatrailpersonaleeducativo e insegnanti e anchepersonecomunitroppo.

Quandoc’è una maggioreconsapevolezza, ogniindividuochedipende da altrimembridellafamiglia a causadelladisoccupazione, puòrealizzareillororuolo e l’importanza e cercare di uscire lo spirito incandescente nelraggiungere in ogni campo.  Quindi i miglioramentipossonoesserefatti e sipuò vedere questo qui dopol’organizzazione e l’attuazione di unprogramma di sensibilizzazione.

 

  • PROGETTO “IL MODELLO ICF COME STRUMENTO PER LA PRGETTAZIONE DELL’INTEGRAZIONE”

Il MIUR ha finanziato il progetto presentato dalla D. D. 1° Circolo di Belluno e dall’Ufficio Scolastico Territoriale

Esso prevede un percorso di formazione condiviso da docenti e operatori ULSS, con la produzione di un modello di scheda di prima segnalazione e di un modello di diagnosi funzionale redatti utilizzando il modello ICF.

  • Verbale del primo incontro di coordinamento
  • Progetto finanziato
  • Iscrizioni al corso
  • Elenco degli iscritti
  • Materiali prodotti:

Modelli di Schede di prima segnalazione

Modelli di diagnosi funzionale

  • Comunicazione sulla sperimentazione del modello ICF
  • Incontro conclusivo progetto ICF– 8 maggio 2013

 

ALTRE FORMAZIONI

  • Lo spettro autistico e la scuola – 7 marzo 2013 presso ITC Calvi BL
  • La palestra supera la disabilità– lezione del 20 novembre
  • Corso sull’autismo – CTI di Belluno
  • Cooperative Learning – 1° livello: 4 corsi in provincia
  • Incontri con Francesco FusilloSodi linux @ cts .vr e LIM povere